FORGOT YOUR DETAILS?

Nuove possibilità di investimento dal San Petersburg International Forum 2015

by / martedì, 20 Ottobre 2015 / Published in Rassegna Stampa

San Pietroburgo, poliedrica città dai tanti sapori diversi, è stata palcoscenico di un’iniziativa ormai operativa dal 1997: il San Petersburg International Forum – SPIEF. L’evento nasce 20 anni fa con lo scopo di mettere in contatto leader politici e governatori, investitori ed aziende, giornalisti e operanti nel settore della comunicazione a vari livelli. Il Forum è battuto ogni anno da migliaia di persone e non è un caso che proprio qui vengano siglati accordi per miliardi e miliardi di euro. Il 2013 in questo senso ha segnato uno spartiacque interessante; sono stati infatti 273 i miliardi investiti in accordi tra i partecipanti.

 

Il dato assume un’importanza ancora più straordinaria se si ragione in termini di new business e nuove opportunità. Come sostiene ad esempio uno dei rappresentanti e partecipanti del Forum, l’imprenditore Giampolo Lo Conte,  “L’Europa non è più il centro del mondo, adesso i grandi affari si sviluppano anche in Russia e in Asia”. E’ dunque evidente ormai, l’esistenza di nuove possibilità di investimento, in particolar modo in alcuni Paesi dell’Asia che iniziano ad alzare la testa sul mercato globale e ovviamente in Russia. Ma soprattutto diventa di fondamentale interesse il fatto che siano proprio questi Paesi ad essere interessati ai “nostri” business.

A confermare quella che non può più essere considerata una semplice suggestione, è sempre Giampaolo Lo Conte:  “Non è la prima volta che vengo al Forum Economico di San Pietroburgo, quest’anno, però, c’era una particolare attenzione per gli economisti di tutti i Paesi da parte della Russia”.

 

Lo stesso Vladimir Putin si è rivolto ai partecipanti ricordando come la Russia fosse “aperta ai vostri business”. L’Italia non si sottrae di certo a queste nuove sinergie economiche, basti pensare alle parole dell’ambasciatore russo in Italia Sergey Rasov: “Basti ricordare che è stato proprio il vostro Paese ad avanzare la proposta di creare il Consiglio Russia-Nato. Roma ha sempre apportato un contributo significativo allo sviluppo del dialogo tra Russia e Ue”. Italia-Russa: un binomio economico vincente.

TOP